cittaverde,civitanova,ambiente,diritti,pace, rifiuti alla Blade Runner | Cittaverdeplus | citt@verde | Il Cannocchiale blog rifiuti alla Blade Runner
.
Annunci online

Cittaverdeplus

rifiuti alla Blade Runner

Diario 6/5/2013

           

La Raccolta Differenziata cambia si passa all’elettronica.

Se si  fa eccezione per l’invio alle famiglie del Calendario che ricorda i giorni  dei ritiri della raccolta dei rifiuti per anni il sistema della è stato lasciato alla buona volontà e al senso civico dei cittadini.

Una situazione quella della R.D. lasciata  a se stessa anche dalla nuova amministrazione tranne qualche uscita estiva  dedicata ai più piccoli la quale nonostante l’enfasi propagandistica non ha dato nessun risultato positivo.La R.D. continuava a perdere colpi e percentuali e purtroppo continua a perdere colpi e percentuali.

Il sistema dei rifiuti,la raccolta differenziata,il riciclo e le buone pratiche non  si sviluppano  a prescindere dai supporti istituzionali  ma vanno curate,assistite,incentivate e promosse con costanza. I Rifiuti sono lo specchio della società,sono indici di senso civico , di  buone pratiche ,indicatori dello stato economico e sociale .

Se  ci si affida  all’abbrivio della politica  e alla demagogia propagandistica  questa politica  ambientale non cresce.

Le amministrazioni comunali civitanovesi non sono riuscite ad uscire da logiche burocratiche .Da qui una sorta di arresto e arretramento della raccolta differenziata.

Ora per la raccolta differenziata sembra arrivare  una nuova rivoluzione  .Una rivoluzione  che promette risultati strabilianti. Un nuovo progetto per la R.D. è stato lanciato dall’assessore all’Ambiente.Un progetto che si incardina sulla personalizzazione del differenziato che ogni  utente fa sulla base dell’assegnazione di un codice identificativo dell’utente e su “sacchetto con il microchip”.

Assieme a questa novità le Isole Ecologiche saranno video sorvegliate e i mezzi di Trasporto del Cosmari dotati di sensori dio riconoscimento dei sacchetti. Non ultimo i controlli con  nuovo e apposito personale.

E’ legittimo chiedersi : ma per un Progetto così radicale rispetto al passato  perché l’amministrazione Comunale prima di  approvarlo qualche mese addietro  non  ha cercato un rapporto,una verifica,una condivisione  con i cittadini?

A quale logica  di partecipazione fa riferimento la scelta fatta?

I cittadini avevano   anche una ragione in più di essere chiamati a condividere e verificare questa scelta  perché  alle porte si  sta profilando una nuova stangata tariffaria sui rifiuti con l’istituzione della Tares.

C’è in questa situazione e nelle scelte tecniche  una questione culturale di fondo che attiene all’approccio  che l’amministrazione ha con i cittadini e  di come e cosa intende per partecipazione attiva,il rapporto con i cittadini e le categorie sociali.

In questo caso ad essere  al centro di una decisione già decisa  dalla Giunta e dall’assessore all’ambiente  ci sono le  buone pratiche ambientali e civiche che solo la Partecipazione reale  con i cittadine e la condivisione delle scelte può dare.L’amministrazione comunale l’assessorato all’ambiente  ha saltato a piedi pari il passaggio della partecipazione attiva e la ricerca della condivisione.

Il salto a piedi pari va verso una Raccolta Differenziata affidandosi  all’ elettronica  al Sacchetto di RSU  informatizzato. Una scissione radicale dalla partecipazione ,al coinvolgimento e alla responsabilità civica.Tutto questo è affidato al Sacchetto con Microchip al video controllo,ai controllori,ecc.

Noi non siamo di quelli che disdegnano l’innovazione ma  questa non ha senso se si sostituisce a quello che solo può fare il cittadino ,la responsabilità e le buone pratiche come  scelta consapevole.

A prima vista sembra o una resa politica ad un tecnicismo che aldilà delle magnificenze vantate è tutto da verificare.

Questa “rivoluzione” è accompagnata da  iniziative sulle scuole,ecc .Una normale attività però mai  fatta  e che dovrebbe prescindere dalla nuova modalità di R.D. che partirà dal prossimo mese.Dal prossimo mese in Centro vedremo  Sacchetti per RSU  con microchip,autuomezzi   con sensori  e telecamere,sparirà per le strade i raccoglitori Gialli e al loro posto sacchetti  al profumo di Fragola  .

Infine vedremo  le nuove Isole ecologiche   sorvegliata da Telecamere.L’assessore all’Ambiente Giulio Silenzi non ce ne voglia  ma “espulsi” i cittadini  arriva una sequenza di Blade Runner .Una iniziativa quella  della “nuova” Raccolta Differenziata  che non è certamente neutra sotto il profilo dei costi.

Costi che l’assessore dice rientreranno  con gli interessi. Intanto aspettando che tutto  il marchingegno  funzioni e faccia superare lo stallo in cui è caduto il nostro Comune  sulla Raccolta Differenziata  paghiamo.

Riuscirà ad avere successo  questa nuova modalità della Raccolta Differenziata? Noi ce lo auguriamo anche se la strada intrapresa  si appare sbagliata sul piano culturale che Ambientale.

 

Blog letto1 volte

Categorie
tags
ambiente ambiente sel almirante aree leader alleanze amministratori ambiente ptc corvatta agricoltura area alenzioni aree antifascismo alimenti ambiente soldi ambeinte sindaco arenile civitanova appello
Link